Ordini telefonici

Consegna gratuita da 6 bottiglie

Iscriviti alla newsletter: per te 10€ di sconto sul primo acquisto Clicca qui

Prodotti

Account

Carrello

10€ di sconto sul primo acquisto CLICCA QUI

Premi sui pulsanti qui sotto per avere più informazioni riguardo il trattamento dei dati che questo sito utilizza per rendere l’esperienza utente più piacevole.

Privacy Policy

Cookie Policy

Termini e Condizioni
TERMINI E CONDIZIONI GENERALI
I presenti termini e condizioni regolano tutte le offerte, le vendite e gli acquisti di prodotti e/o servizi effettuati online tramite il/i sito/i https://www.lesincette.it/ (insieme ad ogni sito(i) successivo,il “Sito”).
Prima di effettuare un ordine sul Sito, l’acquirente è invitato a leggere ed accettare i presenti Termini e Condizioni Generali.

1 DEFINIZIONI
1.1 I seguenti termini ed espressioni avranno il seguente significato:

‘azienda’ indica qualsiasi individuo o ente che agisce per scopi relativi alla attività imprenditoriale,commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta;
‘consumatore’ indica qualsiasi persona fisica che agisce esclusivamente per scopi personali, estranei alla attività imprenditoriale,commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta;
‘giorno’ indica un giorno di calendario;
‘supporto durevole’ indica qualsiasi strumento che consente all’acquirente o al venditore di conservare le informazioni che gli sono personalmente indirizzate in modo da potervi accedere in futuro per un periodo adeguato alle finalità cui esse sono destinate e che permetta la riproduzione identica delle informazioni memorizzate;
‘contenuto digitale’ indica i dati prodotti e forniti in forma digitale;
‘Termini e Condizioni Generali’ indica il presente documento;
‘prodotto/i’ indica i prodotti hardware e software per computer e relativi accessori presenti e descritti sul Sito che il Venditore si impegna a fornire all’Acquirente in conformità ai presenti Termini e Condizioni Generali;
‘servizi(o)’ indica il servizio digitale e le garanzie estese, presenti e descritti sul Sito che il Venditore si impegna a fornire all’Acquirente in conformità ai presenti Termini e Condizioni Generali;
‘Termini e Condizioni Generali’ indicano il presente documento.

2 IDENTITÀ DEL VENDITORE
2.1 I prodotti in vendita sul Sito, sono venduti all’Acquirente da Le Sincette di Brunori Srl (di seguito anche il “Venditore).

Le informazioni di contatto del Venditore sono le seguenti:

Brunori Srl
Via Rosario, 44 – Picedo di Polpenazze del Garda
Brescia
ITALIA
P. IVA: 00612440982
Registro della Camera di Commercio: ?????????, Italia.

Per reclami si prega di contattare telefonicamente o tramite E-mail che si trovano nel sito ed esplicitamente nella pagina “contatti”.

3 AMBITO DI APPLICAZIONE
3.1 I presenti Termini e Condizioni Generali si applicano a tutti i prodotti e servizi offerti dal Venditore ed a tutti i contratti conclusi tra il Venditore e l’Acquirente in quanto Consumatore. I presenti Termini e Condizioni Generali non si applicano alle aziende e gli ordini ricevuti da aziende non saranno evasi.

4 ORDINE E CONCLUSIONE DEL CONTRATTO
4.1 Quando l’Acquirente visita il sito, effettua un ordine o invia e-mail al Venditore, sta comunicando elettronicamente con il Venditore. A fini contrattuali, l’Acquirente presta il consenso a ricevere comunicazioni elettroniche dal Venditore quando necessario per l’esecuzione del contratto e l’Acquirente accetta che tutti gli accordi, le notifiche, le informazioni e le altre comunicazioni che il Venditore invia all’Acquirente elettronicamente rispettino i requisiti di legge della forma scritta. Questa condizione non pregiudica i diritti relativi alle comunicazioni elettroniche.

4.2 Prima di effettuare un ordine, l’Acquirente deve espressamente accettare i presenti Termini e Condizioni Generali e lo stesso dichiara (i) di essere maggiorenne, (ii) di essere una persona fisica (non un’azienda) e di avere il diritto di utilizzare il mezzo di pagamento prescelto. La verifica delle informazioni fornite dall’Acquirente può essere richiesta prima della conferma o dell’accettazione di un ordine o prima del completamento di qualsiasi acquisto. L’Acquirente avrà facoltà di rivedere l’ordine, e di apportare le dovute correzioni agli eventuali errori, prima di dare esecuzione all’ordine.

4.3 Prima di effettuare un ordine, l’Acquirente troverà allegate di seguito le informazioni obbligatorie richieste dall’articolo 49 del Decreto Legislativo n. 206/2005 (di seguito, il “Codice del Consumo”).

4.4 L’accettazione dal parte del Venditore dell’ordine dell’Acquirente avviene con l’invio di una e-mail con cui viene accettato l’ordine, senza indebito ritardo, ed in quel momento si perfeziona il rapporto contrattuale tra Acquirente e Venditore. Sarà cura del Venditore fornire all’Acquirente anche la conferma, via e-mail, dell’avvenuta spedizione del prodotto e/o dell’inizio della fornitura del servizio da parte del terzo fornitore dello stesso. Si prega di tener presente che il Venditore consegna solo prodotti e / o fornisce servizi all’indirizzo dell’Acquirente situato in Italia e non fornisce prodotti e/o servizi in altri paesi. Pertanto. Il Venditore informerà via email l’Acquirente se non è in grado di accettare l’ordine. Tale evenienza potrebbe verificarsi nel caso in cui il prodotto e/o servizio che l’Acquirente ha ordinato non è disponibile,nel caso di limiti inaspettati alla disponibilità di sufficienti risorse non ragionevolmente pianificata, nel caso il Venditore abbia riscontrato un errore relativo al prezzo o alla descrizione del prodotto o nel caso in cui il Venditore non sia in grado di rispettare il termine richiesto per la consegna.

4.5 Tutte le informazioni relative alle vendite sono parte integrante del contratto e non possono essere modificate se non altrimenti espressamente convenuto dal Venditore e dall’Acquirente.

5 DIRITTO DI RECESSO
5.1 Eccezion fatta per il caso in l’Acquirente non sia titolare di un diritto di recesso in base a quanto previsto all’articolo 5.7 dei presenti Termini e Condizioni Generali, l’Acquirente, in qualità di consumatore, ha diritto di recedere dal contratto entro il termine di 14 giorni, senza dover fornire alcuna motivazione e senza incorrere in alcun costo oltre quelli previsti al presente articolo 5.Il termine per l’esercizio del diritto di recesso scade dopo 14 giorni: nel caso di contratti di fornitura di servizi, dal giorno della conclusione del contratto;
nel caso di contratti di vendita di prodotti, dal giorno in cui l’Acquirente o il terzo dallo stesso designato e diverso dal vettore acquisisca il possesso fisico dei prodotti, o:
nel caso di prodotti multipli ordinati dall’Acquirente con un unico ordine ma consegnati separatamente: dal giorno in cui l’Acquirente o il terzo dallo stesso designato e diverso dal vettore acquisisca il possesso fisico dell’ultimo prodotto;
nel caso di un contratto che abbia ad oggetto la consegna di un prodotto consistente in lotti o pezzi multipli: dal giorno in cui l’Acquirente o il terzo dallo stesso designato e diverso dal vettore acquisisca il possesso fisico dell’ultimo lotto o pezzo;
nel caso di un contratto per la consegna periodica di prodotti durante un determinato periodo di tempo: dal giorno in cui l’Acquirente o il terzo dallo stesso designato e diverso dal vettore acquisisca il possesso fisico del primo prodotto.

5.2 Al fine di esercitare il diritto di recesso, l’Acquirente deve informare il Venditore della propria volontà di esercitare tale diritto mediante comunicazione inequivocabile (ad esempio, mediante lettera da inviarsi per posta ovvero utilizzando i contatti di cui all’articolo2.1). L’Acquirente può utilizzare il modulo di recesso allegato, ma non è obbligato a farlo. L’Acquirente ha altresì facoltà di sottoporre il modulo di recesso o qualsiasi altra comunicazione inequivocabile sul Sito del Venditore utilizzando la Pagina con i contatti; in tal caso, il Venditore informerà tempestivamente l’Acquirente della ricezione del recesso su supporto durevole. Per un’elaborazione più efficiente della richiesta di recesso il Venditore suggerisce di contattare il proprio call center al numero +39 0365 651 471 (lunedì – venerdì 8.30-18.30) per ulteriori istruzioni dettagliate. L’Acquirente deve aver esercitato il diritto di recesso entro il termine sopra indicato se la comunicazione relativa all’esercizio di tale diritto è stata inviata prima del termine di tale scadenza. L’esercizio del diritto di recesso interrompe gli obblighi delle parti per l’esecuzione del contratto. Se l’Acquirente esercita il diritto di recesso, tutti i contratti accessori verranno automaticamente interrotti.

5.3 Nel caso in cui l’Acquirente eserciti il diritto di recesso dal contratto, il Venditore procederà a rimborsare tutti i pagamenti ricevuti, eventualmente comprensivi dei costi di consegna (ad eccezione dei costi supplementari che l’Acquirente abbia scelto di sostenere per usufruire di un servizio di consegna ulteriore rispetto al servizio standard, meno costoso, offerto dal Venditore), senza indebito ritardo e comunque entro e non oltre 14 giorni dal giorno in cui sia stato informato della decisione dell’Acquirente di recedere dal contratto, in conformità all’articolo 5.2. Il Venditore procederà al rimborso utilizzando lo stesso mezzo di pagamento usato dall’Acquirente per la transazione iniziale, salvo che l’Acquirente non abbia diversamente ed espressamente convenuto e a condizione che l’Acquirente non debba sostenere alcun costo a seguito di tale rimborso. Il Venditore ha facoltà di non procedere al rimborso fino a quando non abbia ricevuto i prodotti o fino a quando l’Acquirente non abbia fornito prova dell’invio degli stessi, a seconda di quale situazione si verifichi per prima.

5.4 L’Acquirente deve restituire i prodotti alla società Le Sincette, Via Rosario, 44, Picedo di Polpenazze del Garda o consegnarli al Venditore senza indugio e comunque non oltre 14 giorni dal giorno in cui il Venditore sia stato informato della decisione dell’Acquirente di recedere dal contratto, in conformità all’articolo 5.2. La scadenza si considera rispettata se l’Acquirente restituisce i prodotti prima che il termine di 14 giorni sia scaduto. Considerando il rischio di perdita o danneggiamento dei prodotti, come previsto dall’articolo 6.6, il Venditore suggerisce di utilizzare un vettore che consenta di tenere traccia e monitorare lo stato della consegna dei prodotti soggetti a restituzione. Per un’elaborazione più efficiente del processo di restituzione, il Venditore suggerisce di contattarlo,prima di restituire il prodotto, al numero telefonico indicato per ottenere un numero di autorizzazione di restituzione (RMA).

5.5 L’Acquirente è solo tenuto a farsi carico del costo di restituzione dei prodotti. L’Acquirente è responsabile solamente per la diminuzione del valore dei prodotti dovuto alla manipolazione diversa da quanto è necessario per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento dei prodotti.

5.6 Qualora l’Acquirente desiderasse che la prestazione dei servizi cominci durante il periodo di recesso di cui all’articolo 5.1(a), il Venditore richiede all’Acquirente di formulare una espressa richiesta su un supporto durevole come un foglio, un CD-ROM, un DVD o un’e-mail. L’Acquirente riconosce che perderà il diritto di recesso dopo che il servizio è stato completamente eseguito. Se l’Acquirente esercita il diritto di recesso dopo aver effettuato tale richiesta, ma prima che il servizio sia stato completamente prestato, questi sarà responsabile di rimborsare al Venditore i costi ragionevoli, consistenti in un importo proporzionale a quelli che sono stati sostenuti per la prestazione del servizio fino al momento in cui l’Acquirente ha informato il Venditore della volontà di esercitare il diritto di recesso, rispetto a tutte le prestazioni previste dal contratto. L’importo proporzionale da rimborsare deve essere calcolato sulla base del prezzo totale concordato nel contratto. Se il prezzo totale è eccessivo, l’importo proporzionale deve essere calcolato sulla base del valore di mercato del servizio che è stato fornito.

5.7 Nei casi di seguito elencati, l’Acquirente non avrà diritto di recedere dal contratto concluso:
nel caso di contratti di servizio dopo che il servizio è stato interamente eseguito se l’esecuzione è iniziata con l’accordo espresso dell’Acquirente e con l’accettazione della perdita del diritto di recesso a seguito della piena esecuzione del contratto da parte del Venditore;
la fornitura di prodotti o servizi per i quali il prezzo è legato alle fluttuazioni del mercato finanziario che il Venditore non è in grado di controllare dal Venditore e che possono verificarsi durante il periodo di recesso;
la fornitura di prodotti adattati o chiaramente personalizzati alle specifiche esigenze dell’Acquirente;
la fornitura di prodotti che possono deteriorarsi o scadono rapidamente;
la fornitura di prodotti sigillati che non sono idonei ad essere restituiti per ragioni igieniche o di salute ed i cui sigilli sono stati rimossi dopo la consegna;
la fornitura di prodotti che, dopo la consegna, secondo la loro natura, sono inseparabilmente miscelati con altri prodotti; e
la fornitura di registrazioni audio o video sigillate o software per computer sigillati i cui sigilli siano stati rimossi dopo la consegna.

5.8 L’onere della prova dell’esercizio del diritto di recesso in conformità a questo articolo, è in capo all’Acquirente. Salvo quanto previsto dal presente articolo 5, l’esercizio del diritto di recesso non comporta alcuna altra responsabilità il capo all’Acquirente.

6 CONSEGNA ED ESECUZIONE
6.1 Salvo diversa pattuizione relativa al momento della consegna, il Venditore consegnerà i prodotti trasferendo la disponibilità materiale o il controllo sui prodotti e/o iniziando la prestazione dei servizi senza ritardo ingiustificato, e comunque non oltre 30 giorni dalla conclusione del contratto.

6.2 Nel caso in cui il Venditore non adempia agli obblighi di consegna dei prodotti e/o non inizi la prestazione dei servizi al momento concordato con l’Acquirente o comunque entro il termine di cui all’articolo 6.1, l’Acquirente invita il Venditore ad effettuare la consegna e/o iniziare la prestazione entro un termine supplementare appropriato alle circostanze. Qualora il Venditore non sia in grado di consegnare i prodotti e/o iniziare la prestazione dei servizi entro tale termine supplementare, l’Acquirente avrà il diritto di risolvere il contratto.
Quanto sopra indicato non si applica ai contratti di vendita e/o ai contratti di servizi o quando la consegna o l’inizio della prestazione entro il termine di consegna concordato è essenziale tenendo conto di tutte le circostanze che hanno accompagnato la conclusione del contratto o quando l’Acquirente informa il Venditore, prima della conclusione del contratto, che tale consegna entro o ad una determinata data è essenziale. In tali casi, se il Venditore non è in grado di consegnare i prodotti e/oi servizi al momento concordato con l’Acquirente o entro il termine di cui all’articolo 6.1, l’Acquirente ha diritto di risolvere immediatamente il contratto.

6.3 Alla risoluzione del contratto in conformità a quanto previsto all’articolo 6.2, il Venditore è tenuto a rimborsare, senza indebito ritardo, tutte le somme versate nell’esecuzione del contratto.

6.4 Oltre alla risoluzione del contratto in conformità all’articolo 6.2, l’Acquirente può ricorrere ad altri rimedi previsti dal Codice Civile.

6.5 Gli ordini vengono spediti nei giorni feriali (da lunedì a venerdì), ad eccezione delle festività nazionali in Polonia. Qualora alcuni dei prodotti riposti dall’Acquirente nel carrello riportino come stato dell’acquisto l’indicazione “Pre-Order”, la spedizione dell’intero ordine verrà ritardata fino a quando tutti gli articoli selezionati non saranno disponibili in magazzino. L’Acquirente riceverà un’e-mail di conferma della spedizione contenente le informazioni sul monitoraggio della stessa, il giorno in cui l’ordine sarà spedito dal magazzino del Venditore. Quando viene effettuato un ordine, questo verrà spedito all’indirizzo di spedizione indicato dall’Acquirente a condizione che tale indirizzo risulti completo e conforme alle restrizioni di spedizione contenute nel Sito. Tutte le spedizioni sono effettuate da un vettore terzo ed indipendente indicato sul Sito. Le date di spedizione indicate sul Sito sono da intendersi come stime e non sono vincolanti. L’Acquirente sarà informato via e-mail della spedizione di un prodotto. In caso di conflitto tra il presente articolo 6.5 ed un’altra clausola dell’articolo 6, quest’ultima prevarrà.

6.6 Ai sensi dell’articolo 6.8 dei presenti Termini e Condizioni Generali, il rischio della perdita o di danneggiamento dei prodotti si trasferisce all’Acquirente nel commento in cui quest’ultimo o il terzo dallo stesso designato e diverso dal vettore entri materialmente nel possesso dei prodotti.

6.7 Le spese di spedizione standard previste dal Venditore sono calcolate considerando il valore totale e/o la dimensione e/o il peso delle merci spedite in una singola spedizione e l’indirizzo di spedizione. I costi per la spedizione veloce, se applicabili, sono considerati in aggiunta alle spese di spedizione standard. Le spese di spedizione standard e veloci saranno visualizzate sul Sito prima che l’Acquirente effettui l’ordine.

6.8 La titolarità dei prodotti oggetto del contratto si trasferisce in capo all’Acquirente quando il Venditore ha ricevuto il pagamento integrale di quanto acquistato.

7 PREZZO E PAGAMENTO
7.1 I prezzi indicati sul Sito sono i prezzi totali calcolati nella valuta applicabile sulla base del paese selezionato, ed includono le tasse o qualora la natura dei prodotti e/o servizi comporta l’impossibilità di calcolare ragionevolmente il prezzo in anticipo, il Sito indica le modalità di calcolo del prezzo e, se del caso, tutte le spese supplementari, di consegna o postali e tutti gli altri costi o, qualora tali spese non possano essere ragionevolmente calcolate in anticipo, l’indicazione che tali spese aggiuntive possono essere addebitate all’Acquirente.

7.2 In caso di errore sul prezzo di un prodotto e/o di un servizio che l’Acquirente ha ordinato, il Venditore informerà l’Acquirente e attenderà la sua approvazione relativamente al prezzo corretto prima di continuare a elaborare l’ordine. Il Venditore addebiterà l’importo dovuto sulla carta di credito o su qualsiasi altro mezzo di pagamento dell’Acquirente e la tale operazione verrà visualizzata come pagamento a favore di “ModusLink/Acer”. Qualora l’Acquirente non volesse procedere, il Venditore rimborserà tempestivamente tutti gli importi precedentemente addebitati.

8 GARANZIA
8.1 GARANZIA LEGALE DI CONFORMITA’ DEL VENDITORE PER I CONSUMATORI

Così come definito all’articolo 3 del Codice del Consumo, l’acquirente, in quanto consumatore, ha diritto ad ottenere la garanzia legale di conformità del venditore (“Garanzia Legale”) prevista dal Codice del Consumo in caso di difetti di conformità del prodotto acquistato sul Sito.
Ai sensi della Garanzia Legale, l’Acquirente ha il diritto di ottenere dal Venditore la sostituzione gratuita dei prodotti che presentano un difetto di conformità, fatto salvo qualsiasi altro rimedio previsto dalla legge.
La Garanzia Legale è valida per un periodo massimo di 24 (ventiquattro) mesi dalla consegna del prodotto e, al fine di poter beneficiare dei rimedi previsti dalla Garanzia Legale, l’Acquirente deve informare il Venditore di eventuali difetti di conformità presenti nel prodotto entro 2 (due) mesi dopo la scoperta.
Decorso questo periodo, il Venditore non sarà responsabile per eventuali difetti di conformità identificati dall’Acquirente.
Al fine di ottenere la tutela prevista dalla Garanzia Legale, l’Acquirente deve fornire la prova dell’acquisto.
Per ulteriori dettagli sui diritti derivanti dalla Garanzia Legale, il Venditori suggerisce all’Acquirente di prendere visione dell’Allegato di seguito riportato.
Nel caso l’Acquirente riscontrasse un difetto, è pregato di informare il Venditore attraverso la pagina Contatti o telefonando al Call Center.

9 RESPONSABILITÀ
9.1 Salvo quanto diversamente previsto all’interno dei Termini e Condizioni Generali, il Venditore non è responsabile (per eventuali danni) ai sensi dei presenti Termini e Condizioni Generali ed in relazione ad eventuali ordini, prodotti, servizi, o acquisti ad eccezione dei seguenti casi (a) danni derivanti da dolo o colpa grave del Venditore o dei rappresentanti o degli agenti del Venditore, (b) in caso di morte o lesioni personali o danno alla proprietà causati da prodotti e/o servizi difettosi del Venditore, (c) in caso di morte o lesioni personali dovuti dal Venditore o dei rappresentanti o degli agenti del Venditore, o (d) nella misura in cui la responsabilità del Venditore non può essere ragionevolmente esclusa ai sensi della legge applicabile.

9.2 Fermo restando quanto stabilito alla clausola 9.1., il Venditore è responsabile unicamente per le perdite, inclusa ogni eventuale perdita di dati, qualificabili come conseguenza naturale e prevedibile dell’inadempimento o dell’inesatta esecuzione da parte del Venditore dei presenti Termini e Condizioni Generali. Qualora l’Acquirente utilizzi i prodotti per qualsiasi fine commerciale, imprenditoriale o di rivendita, il Venditore non potrà essere considerato responsabile nei confronti dell’Acquirente per eventuali perdite di profitti, perdite di affari, interruzioni dell’attività o perdite di opportunità commerciali. Quanto precede non pregiudica i diritti inderogabili riconosciuti dalla legge applicabile all’Acquirente e trova applicazione unicamente nella misura in cui ciò sia consentito dalla legge applicabile.

10 DATI PERSONALI E PRIVACY DELL’ACQUIRENTE E CONTROLLO DELLE ESPORTAZIONI
10.1 Il Venditore agisce in conformità a tutte le leggi sulla protezione dei dati e utilizzerà i dati idonei a identificare l’Acquirente personalmente (“Dati personali”) unicamente come stabilito nella Informativa sulla Privacy. [Informativa sulla Privacy – https://www.lesincette.it/privacy-e-condizioni-di-vendita/].

10.2 Si noti che i prodotti, sono soggetti alla legge europea sulle esportazioni così come alle leggi del paese dove sono consegnati o utilizzati. L’Acquirente accetta di rispettare tali leggi. Ai sensi di tali leggi, il/i prodotto/i non può/possono essere venduto/i, noleggiato/i, o trasferito/i a paesi soggetti a restrizioni, a utenti finali soggetti a restrizioni, o per impieghi finali sottoposti a restrizioni.

11 CESSIONE
11.1 Qualora l’Acquirente non agisca in qualità di consumatore, il contratto concluso ai sensi dei presenti Termini e Condizioni Generali è stipulato personalmente e all’Acquirente non è consentito cederlo o trasferirlo a qualsiasi altra persona senza il previo consenso scritto del Venditore. Il Venditore ha il diritto di cedere il contratto interamente o parzialmente a qualsiasi altra società o entità per ragioni commerciali a condizione che ciò non sia utile a ridurre i diritti da garanzia e gli altri diritti riconosciuti dalla legge applicabile e dalla medesima in favore dei consumatori.

12 LEGGE APPLICABILE E COMPETENZA ESCLUSIVA
12.1 I presenti Termini e Condizioni Generali e gli acquisti effettuati dall’Acquirente in qualità di consumatore sono regolati dalla legge della Repubblica Italiana con esclusione dei conflitti di legge. Qualsiasi controversia nascente dai presenti Termini e Condizioni Generali sarà sottoposta alla competenza esclusiva dei tribunali del luogo in cui l’Acquirente risiede o è domiciliato, se questi sono situati all’interno del territorio italiano. La Convenzione delle Nazioni Unite sui contratti di vendita internazionale di merci (CISG), non trova applicazione.
L’Acquirente, inoltre, ha diritto di attivare una procedura di risoluzione alternativa delle controversie online all’indirizzo: https://webgate.ec.europa.eu/odr/main/?event=main.home.show&lng=IT.

12.2 In ogni caso, i diritti spettanti all’Acquirente ai sensi dei presenti Termini e Condizioni Generali devono considerarsi aggiuntivi e non pregiudicano i diritti spettanti all’Acquirente in qualità di consumatore previsti dalla legge, ivi inclusi i diritti che possono essere esercitati dal consumatore medesimo nei confronti del venditore in forza della Garanzia Legale. Nel caso di conflitti tra i presenti Termini e Condizioni Generali e la legge applicabile sulla tutela dei consumatori, i diritti inderogabili spettanti all’Acquirente in qualità di consumatore prevalgono.

13 INFORMAZIONI FINALI
13.1 Reclami riguardanti i servizi offerti dal Venditore possono essere inviati a:

Le Sincette di Brunori Srl
Via Rosario, 44 – Picedo di Polpenazze del Garda
Brescia
ITALIA

ALLEGATO
MODULO DI RECESSO TIPO

– ai sensi dell’art.49, comma 1, lett. h) –

Si prega di completare e restituire il presente modulo solo se si desidera recedere dal contratto

— All’indirizzo di

[Nome del Venditore,

indirizzo e,

qualora disponibile, numero di fax ed indirizzo email:

— Con la presente io/noi notifico il recesso dal contratto di vendita numero…………datato…………dei seguenti beni/servizi:

— Data di ordine/ricezione:

— Ordine numero (se disponibile):

— Nome dell’Acquirente:

— Indirizzo dell’Acquirente:

— Firma dell’Acquirente (esclusivamente se questo modulo è notificato in forma cartacea):

— Data:

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

Tutti i prodotti venduti su questo sito web sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto Legislativo n. 206 del 6 settembre 2005).

Ai sensi degli articoli da 128 a 135 del Decreto Legislativo n. 206 del 6 settembre 2005(Codice del Consumo), i consumatori italiani hanno il diritto di ottenere dal venditore la riparazione o sostituzione gratuita dei prodotti che presentino un difetto di conformità nei 24 mesi successivi alla data di consegna. Il consumatore deve denunciare il difetto entro 2 mesi dalla scoperta.

Questa pagina contiene:

– Una “NOTA ESPLICATIVA SULLE CONDIZIONI PER RICHIEDERE/OTTENERE I RIMEDI AI SENSI DELLA GARANZIA LEGALE” che chiarisce cosa devono fare i consumatori per richiedere e ottenere i rimedi previsti dalla disciplina della garanzia legale, e

– Il testo integrale degli articoli da 128 a 135 del Codice del Consumo

*******

NOTA ESPLICATIVA SULLE CONDIZIONI PER RICHIEDERE/OTTENERE I RIMEDI AI SENSI DELLA GARANZIA LEGALE

Chi ha diritto di richiedere l’applicazione della garanzia legale ai sensi del Codice del Consumo?

Solo i consumatori – ovvero persone fisiche che hanno acquistato un prodotto per l’uso non inerente ad un’attività commerciale, imprenditoriale o professionale – possono beneficiare della garanzia legale. Pertanto fatture recanti la partita IVA di un’impresa o di un professionista non danno diritto ai diritti di cui alla garanzia legale.

Come/quando è possibile richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale?

Ai sensi del Codice del Consumo, i consumatori possono richiedere al venditore di un prodotto l’applicazione dei rimedi della garanzia legale per difetti di conformità che esistevano al momento della consegna e si siano manifestati nei 24 mesi successivi alla consegna del prodotto. I consumatori devono denunciare il difetto entro 2 mesi dalla scoperta.

I consumatori possono richiedere l’applicazione dei rimedi della garanzia legale a condizione che abbiano una prova dell’acquisto (es. ricevuta fiscale / scontrino) del prodotto. E’ perciò essenziale, in altre parole, conservare sempre la ricevuta relativa all’acquisto del prodotto.

Cos’è un difetto di conformità?

Ai sensi dell’articolo 129 del Codice del Consumo, un prodotto presenta un difetto di conformità se non è idoneo all’uso al quale servono abitualmente prodotti dello stesso tipo, se non è conforme alla descrizione del venditore in termini di qualità o prestazioni, o se non presenta le qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi tenuto conto della natura del prodotto.

Cosa fare in pratica nel caso di difetto di un prodotto acquistato sul sito web?

Nel caso in cui un consumatore scopra un difetto di conformità in un prodotto comprato sul sito web è pregato di seguire la procedura indicata al seguente link: https://it-store.acer.com/faq_main.

Se viene accertato che le condizioni stabilite dal Codice del Consumo sono soddisfatte, il consumatore può richiedere al Venditore di ottenere la riparazione o la sostituzione gratuita del prodotto difettoso, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso in considerazione del valore del prodotto, della natura del difetto di conformità e della possibilità di porre in essere un rimedio alternativo senza notevoli inconvenienti per il consumatore.

Qualora la riparazione o sostituzione del prodotto risulti impossibile o eccessivamente onerosa o richieda troppo tempo o possa causare notevoli inconvenienti al consumatore, quest’ultimo ha diritto al rimborso totale o parziale del prezzo dietro restituzione del prodotto.

Nota: le indicazioni sui rimedi che precedono si applicano solo nel caso di prodotti acquistati sul sito web.

*******

TESTO INTEGRALE DEGLI ARTICOLI DA 128 A 135

DEL CODICE DEL CONSUMO

TITOLO III

Garanzia legale di conformità e garanzie commerciali per i beni di consumo

CAPO I

Della vendita dei beni di consumo

Articolo 128

Ambito di applicazione e definizioni

1. Il presente capo disciplina taluni aspetti dei contratti di vendita e delle garanzie concernenti i beni di consumo. A tali fini ai contratti di vendita sono equiparati i contratti di permuta e di somministrazione nonché quelli di appalto, di opera e tutti gli altri contratti comunque finalizzati alla fornitura di beni di consumo da fabbricare o produrre.

2. Ai fini del presente capo si intende per:

a) beni di consumo: qualsiasi bene mobile, anche da assemblare, tranne:

1) i beni oggetto di vendita forzata o comunque venduti secondo altre modalità dalle autorità giudiziarie, anche mediante delega ai notai;

2) l’acqua e il gas, quando non confezionati per la vendita in un volume delimitato o in quantità determinata;

3) l’energia elettrica;

b) venditore: qualsiasi persona fisica o giuridica pubblica o privata che, nell’esercizio della propria attività imprenditoriale o professionale, utilizza i contratti di cui al comma 1;

c) garanzia convenzionale ulteriore: qualsiasi impegno di un venditore o di un produttore, assunto nei confronti del consumatore senza costi supplementari, di rimborsare il prezzo pagato, sostituire, riparare, o intervenire altrimenti sul bene di consumo, qualora esso non corrisponda alle condizioni enunciate nella dichiarazione di garanzia o nella relativa pubblicità;

d) riparazione: nel caso di difetto di conformità, il ripristino del bene di consumo per renderlo conforme al contratto di vendita.

3. Le disposizioni del presente capo si applicano alla vendita di beni di consumo usati, tenuto conto del tempo del pregresso utilizzo, limitatamente ai difetti non derivanti dall’uso normale della cosa.

Articolo 129

Conformità al contratto

1. Il venditore ha l’obbligo di consegnare al consumatore beni conformi al contratto di vendita.

2. Si presume che i beni di consumo siano conformi al contratto se, ove pertinenti, coesistono le seguenti circostanze:

a) sono idonei all’uso al quale servono abitualmente beni dello stesso tipo;

b) sono conformi alla descrizione fatta dal venditore e possiedono le qualità del bene che il venditore ha presentato al consumatore come campione o modello;

c) presentano la qualità e le prestazioni abituali di un bene dello stesso tipo, che il consumatore può ragionevolmente aspettarsi, tenuto conto della natura del bene e, se del caso, delle dichiarazioni pubbliche sulle caratteristiche specifiche dei beni fatte al riguardo dal venditore, dal produttore o dal suo agente o rappresentante, in particolare nella pubblicità o sull’etichettatura;

d) sono altresì idonei all’uso particolare voluto dal consumatore e che sia stato da questi portato a conoscenza del venditore al momento della conclusione del contratto e che il venditore abbia accettato anche per fatti concludenti.

3. Non vi è difetto di conformità se, al momento della conclusione del contratto, il consumatore era a conoscenza del difetto non poteva ignorarlo con l’ordinaria diligenza o se il difetto di conformità deriva da istruzioni o materiali forniti dal consumatore.

4. Il venditore non è vincolato dalle dichiarazioni pubbliche di cui al comma 2, lettera c), quando, in via anche alternativa, dimostra che:

a) non era a conoscenza della dichiarazione e non poteva conoscerla con l’ordinaria diligenza;

b) la dichiarazione è stata adeguatamente corretta entro il momento della conclusione del contratto in modo da essere conoscibile al consumatore;

c) la decisione di acquistare il bene di consumo non è stata influenzata dalla dichiarazione.

5. Il difetto di conformità che deriva dall’imperfetta installazione del bene di consumo è equiparato al difetto di conformità del bene quando l’installazione è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità. Tale equiparazione si applica anche nel caso in cui il prodotto, concepito per essere installato dal consumatore, sia da questo installato in modo non corretto a causa di una carenza delle istruzioni di installazione.

Articolo 130

Diritti del consumatore

1. Il venditore è responsabile nei confronti del consumatore per qualsiasi difetto di conformità esistente al momento della consegna del bene.

2. In caso di difetto di conformità, il consumatore ha diritto al ripristino, senza spese, della conformità del bene mediante riparazione o sostituzione, a norma dei commi 3, 4, 5 e 6, ovvero ad una riduzione adeguata del prezzo o alla risoluzione del contratto, conformemente ai commi 7, 8 e 9.

3. Il consumatore può chiedere, a sua scelta, al venditore di riparare il bene o di sostituirlo, senza spese in entrambi i casi, salvo che il rimedio richiesto sia oggettivamente impossibile o eccessivamente oneroso rispetto all’altro.

4. Ai fini di cui al comma 3 è da considerare eccessivamente oneroso uno dei due rimedi se impone al venditore spese irragionevoli in confronto all’altro, tenendo conto:

a)del valore che il bene avrebbe se non vi fosse difetto di conformità;

b)dell’entità del difetto di conformità;

c) dell’eventualità che il rimedio alternativo possa essere esperito senza notevoli inconvenienti per il consumatore.

5. Le riparazioni o le sostituzioni devono essere effettuate entro un congruo termine dalla richiesta e non devono arrecare notevoli inconvenienti al consumatore, tenendo conto della natura del bene e dello scopo per il quale il consumatore ha acquistato il bene.

6. Le spese di cui ai commi 2 e 3 si riferiscono ai costi indispensabili per rendere conformi i beni, in particolare modo con riferimento alle spese effettuate per la spedizione, per la mano d’opera e per i materiali.

7. Il consumatore può richiedere, a sua scelta, una congrua riduzione del prezzo o la risoluzione del contratto ove ricorra una delle seguenti situazioni:
a) la riparazione e la sostituzione sono impossibili o eccessivamente onerose;
b) il venditore non ha provveduto alla riparazione o alla sostituzione del bene entro il termine congruo di cui al comma 5;
c) la sostituzione o la riparazione precedentemente effettuata ha arrecato notevoli inconvenienti al consumatore.
8. Nel determinare l’importo della riduzione o la somma da restituire si tiene conto dell’uso del bene.
9. Dopo la denuncia del difetto di conformità, il venditore può offrire al consumatore qualsiasi altro rimedio disponibile, con i seguenti effetti:
a) qualora il consumatore abbia già richiesto uno specifico rimedio, il venditore resta obbligato ad attuarlo, con le necessarie conseguenze in ordine alla decorrenza del termine congruo di cui al comma 5, salvo accettazione da parte del consumatore del rimedio alternativo proposto;
b) qualora il consumatore non abbia già richiesto uno specifico rimedio, il consumatore deve accettare la proposta o respingerla scegliendo un altro rimedio ai sensi del presente articolo.
10. Un difetto di conformità di lieve entità per il quale non è stato possibile o è eccessivamente oneroso esperire i rimedi della riparazione o della sostituzione, non dà diritto alla risoluzione del contratto.

Articolo 131
Diritto di regresso
1. Il venditore finale, quando è responsabile nei confronti del consumatore a causa di un difetto di conformità imputabile ad un’azione o ad un’omissione del produttore, di un precedente venditore della medesima catena contrattuale distributiva o di qualsiasi altro intermediario, ha diritto di regresso, salvo patto contrario o rinuncia, nei confronti del soggetto o dei soggetti responsabili facenti parte della suddetta catena distributiva.
2. Il venditore finale che abbia ottemperato ai rimedi esperiti dal consumatore, può agire, entro un anno dall’esecuzione della prestazione, in regresso nei confronti del soggetto o dei soggetti responsabili per ottenere la reintegrazione di quanto prestato.

Articolo 132
Termini
1. Il venditore è responsabile, a norma dell’articolo 130, quando il difetto di conformità si manifesta entro il termine di due anni dalla consegna del bene.
2. Il consumatore decade dai diritti previsti dall’articolo 130, comma 2, se non denuncia al venditore il difetto di conformità entro il termine di due mesi dalla data in cui ha scoperto il difetto. La denuncia non è necessaria se il venditore ha riconosciuto l’esistenza del difetto o lo ha occultato.
3. Salvo prova contraria, si presume che i difetti di conformità che si manifestano entro sei mesi dalla consegna del bene esistessero già a tale data, a meno che tale ipotesi sia incompatibile con la natura del bene o con la natura del difetto di conformità.
4. L’azione diretta a far valere i difetti non dolosamente occultati dal venditore si prescrive, in ogni caso, nel termine di ventisei mesi dalla consegna del bene; il consumatore, che sia convenuto per l’esecuzione del contratto, può tuttavia far valere sempre i diritti di cui all’articolo 130, comma 2, purché il difetto di conformità sia stato denunciato entro due mesi dalla scoperta e prima della scadenza del termine di cui al periodo precedente.

Articolo 133
Garanzia convenzionale
1. La garanzia convenzionale vincola chi la offre secondo le modalità indicate nella dichiarazione di garanzia medesima o nella relativa pubblicità.
2. La garanzia deve, a cura di chi la offre, almeno indicare:
a) la specificazione che il consumatore è titolare dei diritti previsti dal presente paragrafo e che la garanzia medesima lascia impregiudicati tali diritti;
b) in modo chiaro e comprensibile l’oggetto della garanzia e gli elementi essenziali necessari per farla valere, compresi la durata e l’estensione territoriale della garanzia, nonché il nome o la ditta e il domicilio o la sede di chi la offre.
3. A richiesta del consumatore, la garanzia deve essere disponibile per iscritto o su altro supporto duraturo a lui accessibile.
4. La garanzia deve essere redatta in lingua italiana con caratteri non meno evidenti di quelli di eventuali altre lingue.
5. Una garanzia non rispondente ai requisiti di cui ai commi 2, 3 e 4, rimane comunque valida e il consumatore può continuare ad avvalersene ed esigerne l’applicazione.

Articolo 134
Carattere imperativo delle disposizioni
1. È nullo ogni patto, anteriore alla comunicazione al venditore del difetto di conformità, volto ad escludere o limitare, anche in modo indiretto, i diritti riconosciuti dal presente paragrafo. La nullità può essere fatta valere solo dal consumatore e può essere rilevata d’ufficio dal giudice.
2. Nel caso di beni usati, le parti possono limitare la durata della responsabilità di cui all’articolo 132, comma primoad un periodo di tempo in ogni caso non inferiore ad un anno.
3. È nulla ogni clausola contrattuale che, prevedendo l’applicabilità al contratto di una legislazione di un Paese extracomunitario, abbia l’effetto di privare il consumatore della protezione assicurata dal presente paragrafo, laddove il contratto presenti uno stretto collegamento con il territorio di uno stato membro dell’Unione europea.

Articolo 135

Tutela in base ad altre disposizioni
1. Le disposizioni del presente capo non escludono né limitano i diritti che sono attribuiti al consumatore da altre norme dell’ordinamento giuridico.
2. Per quanto non previsto dal presente titolo, si applicano le disposizioni del codice civile in tema di contratto di vendita.